La storia del World Wide Web


http://www.w3history.org/

Le nuove professioni dell'era Internet
di GIANCARLO MOLA

ROMA - Ci sono mestieri che ci hanno addirittura rimesso la pelle, come quello di agente di cambio: letteralmente estinto. Altri, hanno vissuto una trasformazione così profonda che si stenterebbe a riconoscerli: così per i dj, passati dalla manualità del vinile ai giochi di prestigio della musica digitale. O per gli impiegati di banca, sempre meno alle prese con il denaro contante e sempre più indaffarati davanti ai computer.

Art. su Repubblica.it

I primi vagiti di Netscape


origin of a browser

Interessante sito dove si ripercorre tutta la storia del browser.
Da Mosaic Netscape a Netscape 1.0, quando Micro$oft ancora non mandava mail....

Finalmente online Neuromante.it!!!!

Neuromante.it cyberpunk community, finalmente una risorsa tutta italiana sul Cyberpunk!!! Speriamo non deluda!!
In bocca al lupo a tutti!!!

Neuromante.it

Vita di Nicolas Eymerich

Silvio Sosio intervista Valerio Evangelisti per la rivista Delos
Tutta l'intervista la trovi qui

Interessante biografia di Nicolas Eymerich da parte di Valerio Evangelisti.
Vita di Nicolas Eymerich

Per soli 2 libri....

Ieri sera puntata interessante su "Il nome della rosa" di Eco, libro edito nel 1980
che tanto successo ha avuto in questi 20 e passa anni successivi.
Personalmente non sono mai riuscito a finirlo, un pò come l'Ulisse di Joyce!!
Stranamente mi vengono in mente delle coincidenze tra i 2 libri:
il primo si svolge nell'arco temporale di una settimana, mentre il secondo dura solo
un lungo interminabile giorno.
E io non sono mai riuscito ad andare oltre la mezza giornata o la mezza settimana
di lettura...

2 libri cmq da leggere!!

GUERRE STELLARI: L'ATTACCO DEI CLONI
Parte terza



Intanto su Kamino Obi si imbatte nella New York sommersa di A.I., popolata dalle stesse creature azzurre che si vedono alla fine del film di Spielberg (e di INCONTRI RAVVICINATI). "Certamente siete qui per quella faccenda la'!" lo accoglie una creatura azzurrina.
"Uh?" fa Obi, applicando le tecniche di investigazione-Jedi. "Ma sì, quella cosa là, la faccenda dei cloni..."
"Ah, ehm..." fa Obi, "certamente! Portatemi da, uh... Chi volete voi!", ordina, e grazie alle tecniche di investigazione-Jedi scopre che un Maestro Jedi morto da dieci anni ha ordinato all'insaputa di tutti un esercito di cloni pagando con la carta di credito aziendale del Concilio.
"Qui c'e' qualcosa che non quaglia", conclude Obi con i suoi poteri di analisi-Jedi "e perciò seguirò Boba Fett e suo figlio, cioè, e suo padre, cioè, e lui stesso più da piccolo, in modo da scoprire chi si nasconde dietro a tutto ciò".

Intanto Anakin fa alcuni brutti sogni nei quali, mettiamo, vede la sua mamma su Tattoine rapita da predoni tusken. "Devo andare a salvarla", spiega la mattina dopo a Amidala, "ma devo anche proteggervi, quindi verrete con me: la vostra sopravvivenza e' importante per la Pace della Repubblica, e quindi certamente nessuno verrà a cercarvi in uno dei posti più selvaggi, pericolosi e malfamati della galassia".
I due arrivano così su Tattoine, e dopo una lunga indagine-Jedi scoprono che la mamma è stata rapita un mese prima da predoni tusken. "Abbiamo cercato di salvarla partendo in trenta", spiega il nuovo compagno di mamma, "e siamo tornati in quattro - e le mogli degli altri ventisei mi hanno massacrato di botte perché li ho coinvolti in quell'impresa pericolosa. Perciò ora, come vedete, sono immobilizzato su
questa sedia a rotelle, e non posso più fare nulla. Oh, povera moglie mia! Ma tanto, pazienza, perché ormai sarà morta. Burp!"
Anakin però ha delle sensazioni-Jedi che gli dicono il contrario, e parte da solo per liberare la mamma, trovandola infine in un ACCAMPAMENTO TALEBANO. Nel frattempo scopriamo anche che Tattoine ha tre lune - una rivelazione in più di questa serie di film.

La mamma di Anakin, in effetti, è ancora viva, e prigioniera dei Talebani tusken, ma purtroppo è messa male.
"Oh, figlio mio", dice piangendo alla vista di Anakin, "da dieci anni non ti vedevo, e poi mi hanno rapita. Ma il mio cuore di mamma mi diceva che se avessi saputo tenere duro dieci anni e un mese, allora ti avrei rivisto. E ora che ti ho rivisto posso anche morì", e muore. Tutto cio' fa comprensibilmente girare i coglioni a Anakin, che, accompagnato dal tema del Lato Oscuro, accende la sua spada laser in mezzo all'accampamento.
"Evvai col massacro etnico!" esclama il pubblico, sistemandosi meglio sulle poltrone in anticipazione della scena. Per tale ragione, tutti rimangono comprensibilmente un pò spiazzati quando il film stacca invece su una scena che non c'entra nulla.


GUERRE STELLARI: L'ATTACCO DEI CLONI
Parte seconda



Dopo altre disavventure i due cuccano il killer, che pero' muore subito fulminato da BOBA FETT. "C'e' qualcosa che non torna", mugugna Obi. "Primo, perche' ha fatto fuori il killer e non noi due, che eravamo senza dubbio una preda migliore? Secondo, cosa ci fa Boba Fett qui? Credevo che fosse un personaggio della Trilogia Classica!". "Sara' il papa'", ipotizza Anakin, "in Guerre Stellari i papa' saltano sempre fuori nei momenti piu' impensati - lo sento". "Queste tue pirlate saranno la mia morte", si lamenta Obi. I due tornano quindi da Amidala, sulla cui sorte il Consiglio Jedi sta discutendo.

"C'e' venuta una fantastica idea: mandiamo via Amidala, dalla cui sopravvivenza - per ragioni non chiare - dipende la Pace nella Galassia, scortata solo da un apprendista Jedi, con i Midichlorian scombinati, e esplicitamente rincitrullito dai ferormoni di Natalie Portman!" vota all'unanimita' il Consiglio. "Ovviamente Amidala partira' in segreto e sotto falsa identita', mentre, per far si' che nessuno si accorga della sua assenza, metteremo al suo posto Jar Jar-Binks". Tutti concordano, perche' se lo dicono gli Jedi deve essere una cosa furba, e cosi' vediamo Amidala mentre prende un pullman spaziale per Naboo, tutta travestita e di nascosto, e apertamente scortata in un luogo pubblico da due degli Jedi piu' noti della galassia. I piu' attenti noteranno anche un cameo di Bin-Laden che prende lo stesso pullman. Tutti si salutano, e Obi decide di fare visita a un cugino di DANNY AIELLO con quattro braccia.

"Ascolta, per ragioni troppo complicate da spiegare, questo dardo che ha ucciso il sicario mancato mostra un collegamento tra i nemici di Amidala e un misterioso pianeta chiamato Kamino, cancellato da ogni carta stellare", spiega il cugino di Danny Aiello. "Nun farti fottere dal fatto che nell'Archivio Galattico il pianeta nun ce sta: i fetusi hanno fatto i giochini-Jedi per cancellarlo - fidati di Danny, la migliore cucina regionale su Coruscant". Armato con questa informazione di prima qualita', Obi confronta Yoda nell'asilo dei piccoli Jedi: "Maestro, in questa olomappa c'e' una regione stellare dove dovrebbe esserci un pianeta, ma il pianeta non c'e'. Eppure i pianeti vicini mostrano il suo influsso gravitazionale!"
"Forse qualcuno ha cancellato il pianeta con il bianchetto!" esclama un piccolo apprendista Jedi, sinceramente sorprendendo i due Maestri con la sua acutezza. "E' stato uno Jedi", medita Yoda, "Solo uno Jedi poteva cancellare il pianeta dalla mappa, ma non togliere il suo influsso gravitazionale sui pianeti vicini - cosi' da rendere la sua assenza un pugno in un occhio per chiunque. Tutto cio' non mi piace: devo meditarci su". Mentre Yoda medita, Obi decide di andare la' a dare un'occhiata.

La trama dunque si divide, seguendo con montaggio alternato le vicende parallele di Obi su Kamino e la storia d'amore su Naboo (la cui attuale Regina, mostrando un regale autocontrollo, non ha sfondato il soffitto nell'apprendere che Jar Jar ha sostituito Amidala al Senato proprio nel mezzo della piu' grave crisi mai accaduta nella storia della Repubblica). La musica, adattandosi al racconto, culla lo spettatore nel sonno con dolci
nenie mentre i due colombi si scambiano frasi trovate nei Baci Perugina, e lo risveglia con marziali tromboni ogni volta che si torna alla parte interessante, ovvero l'indagine di Obi - e tutto cio' dimostra come Williams alla fin fine la veda sempre piu' lunga di George. Anakin trova comunque il tempo per citare Michael Douglas che fa lo scherzone sul prato in ATTRAZIONE FATALE.


Cluetrain Manifesto

Parte da qui l'idea di Tombolini per il suo nuovo sito Vyta


"Cluetrain Manifesto" annuncia e allo stesso tempo analizza la gigantesca onda anomala di cambiamenti che sta investendo il "mondo connesso" di oggi. Grazie a Internet, è possibile scoprire a una velocità supersonica nuovi modi di condividere conoscenze fondamentali. La conseguenza immediata è che i mercati si adattano al cambiamento molto più velocemente della maggior parte delle imprese. Che i manager lo capiscano o meno, i loro dipendenti sono parte integrante di una rete sconfinata di conversazioni, in cui impiegati e clienti comunicano fra loro in una lingua libera, aperta, diretta e divertente. Le imprese che non prestano attenzione a questi cambiamenti stanno chiudendo gli occhi di fronte alla realtà.


GUERRE STELLARI: L'ATTACCO DEI CLONI
Parte prima



Siamo su Coruscant, capitale della Repubblica, e il film inizia con la tipa pagata per prendersi missili al posto di Amidala che si prende un missile al posto di Amidala.
"Strasob, perdonatemi perche' vi ho deluso!" esala la poverina nell'ultimo respiro, mostrando di avere ancora tutti i denti malgrado si sia presa in bocca un missile che ha distrutto un'intera astronave.
"Doveva prendersene due?!" si chiede il pubblico.
L'azione si sposta quindi presso Obi-Wan, che arriva con il suo discepolo ANAKIN. "Anakin! Ma sei davvero tu?? Quando mi dicevano che il futuro Darth Vader era diventato piu' grande di me speravo in Viggo Mortensen... o almeno in Jean Reno - che gia' volevo farmi quando tu non eri ancora nato!", pigola una sorpresa Amidala, all'apparizione di una bietola che non c'entra nulla A) con Darth Vader da bambino, B) con Darth Vader in primo luogo.
"Oh, principessa, l'ultima volta che ci siamo visti avevo quattro anni, ma gia' avevo il pisellino duro pensando a voi - un effetto collaterale dei Midichlorian, mi dicono, poco importa se su questo brillante concetto George ha gia' calato il sipario. Insomma, mi amo e vi tormento... cioe', VI amo e MI tormento...".
"Non parlate cosi' che mi fate ridere", conclude Amidala arrossendo, e se ne va.

L'occasione dell'incontro e' una grave crisi di qualche tipo, sulla quale Amidala non e' d'accordo.
"Il giorno che la Democrazia finisce, la Democrazia e' finita, quindi dobbiamo difenderla a tutti i costi", proclama pestando il piedino, "e se il New York Times pubblichera' foto che dimostrano che in realta' un tempo facevo la Regina affermero' che e' una montatura!".
Tutti applaudono, perche' nel Senato della Repubblica sono tutti amici, anche se poi si accoltellano sotto il tavolo tipo i DS, e quindi gli JEDI addetti alla sua scorta decidono che, se la vita della neo-senatrice e' in pericolo, la cosa migliore e' farla dormire da sola e senza guardie.

"Acciderba, Anakin, percepisco due millepiedi velenosi nella stanza di Amidala!", esclama Obi-Wan durante la notte, "e quindi questa dimostrazione della potenza delle percezioni-Jedi dimostra senz'altro che il futuro Imperatore Malvagio non puo' essere il tipo a due metri da noi, come volevano farci credere!".
Contenti di questa conferma, i due Jedi salvano Amidala e si gettano all'inseguimento del killer saettando tra il traffico volante di Coruscant (ed evocando in loro gli spiriti di STARSKY & HUTCH grazie a un nuovo POTERE-JEDI). Dopo alcuni livelli di un videogioco, i due si fermano.

"L'abbiamo perso tra i set del Quinto Elemento e quelli di Blade Runner dannati tu e i tuoi Midichloran!", fa Obi incazzato.
"E' vero, ma se nel Quinto Elemento Leloo saltando nel vuoto a caso centra proprio il taxi di Bruce Willis, allora senz'altro saltando nel vuoto a caso anch'io centrerò qualcosa di interessante, perche' io sono uno JEDI", fa Anakin arrogante, e salta, centrando infatti proprio l'auto volante del killer.
"E che cazzo, questo e' il futuro Darth Vader, eh, mica l'ultimo dei pirla!", concorda il pubblico.


Il nuovo sito di Antonio Tombolini, che sta cercando
di creare la prima società Open Source!!
Vyta
Se vi interessa sapere come procede il progetto,
fate un salto sul loro Forum